venerdì 7 dicembre 2012

Calorie negative, antidoto agli eccessi natalizi?


Natale si avvicina, le città sono piene di luci e addobbi, è iniziata la caccia al regalo (per quelli che non sono stati “pelati” dall’IMU…).
Inizia anche la corsa all’ingrasso: feste, cene con colleghi, amici e parenti, per non parlare di aperitivi e cenone. L’anno nuovo puntualmente inizia con qualche Kg in più. E così Dicembre inizia con il solito dubbio amletico: mangio o non mangio? Beh forse c’è un modo per limitare i danni.
Da anni si parla di “cibi a calorie negative”, c’è anche un libro pubblicato sull’argomento dal Dr. Neal Barnard M.D, dal titolo “the negative calorie effect”. Proviamo a capire. 

Il nostro corpo necessita di energia per tutti i suoi processi fisiologici, compreso dormire e mangiare. Ebbene si, il fatto stesso di  mangiare comporta un dispendio di energie, ce ne accorgiamo forse di più in estate, quando sudiamo di più per il solo fatto di masticare l’insalata. Alcuni cibi necessitano di un maggior dispendio calorico per la loro assimilazione, dato dalla masticazione ma anche dall’elaborazione nel tratto digestivo. Si tratta di vegetali particolarmente ricchi di fibre e di vitamine, come ad esempio il sedano o il broccolo.  La masticazione ha un ulteriore vantaggio, quello di stimolare la produzione di succhi gastrici ma anche quello di far partire quel processo grazie al quale percepiamo il senso di sazietà. Le fibre inoltre riempiono lo stomaco, aiutandoci a mangiare di meno, e rallentano l’assorbimento di quegli zuccheri e grassi che ingeriremo successivamente.
Le abbondanti vitamine contenute in questi alimenti “bruciagrassi” stimolano anche la produzione di enzimi, necessari alla digestione ed assimilazione di tutti gli alimenti. Se un alimento viene correttamente assimilato per la produzione di ATP a livello cellulare ci darà maggiore energia e non ci farà ingrassare.  Non tanto, almeno….
Ma allora esistono veramente alimenti bruciagrassi? Non proprio, ma bere un bel bicchiere d’acqua e poi  consumare vegetali crudi come antipasto, con poco condimento ed una accurata masticazione potrebbe aiutare a ridurre l’impatto calorico del pasto, digerire meglio e sentirsi più energici.  Mi sembra un consiglio sensato da utilizzare anche per  gestire meglio i pasti delle feste!
Volete una lista di questi alimenti “magici”? Eccola qui! Comprende sia quei vegetali che comportano un consumo calorico superiore al loro apporto, i famosi cibi a calorie negative,  sia altri alimenti con proprietà “dietetiche” come ad esempio il peperoncino, contenente capsaicina ad effetto termogenico, o l’ananas, ricco di enzimi digestivi e con proprietà diuretiche.
Che ne dite, vi ho convinto a chiedere un insalata come antipasto la prossima volta che andrete ad una cena?
Verdura
Aglio
Asparagi
Bieta
Broccoli
Carota
Cavolfiore
Cavolo
Cetriolo
Cicoria
Cipolla
Crescione
Fagiolini
Lattuga
Peperoncino
Pomodoro         
Rape
Ravanelli
Sedano               
Spinaci
Zucchine
Frutta
Ananas
Arancia
Cranberry
Fragole
Lamponi
Limone/Lime
Mandarino
Mango
Mele
Melone
Melone cantaloupe
Mirtilli
Melone invernale
Papaya
Pesca   
Pompelmo


0 commenti:

Posta un commento

Template e Layout by Blografando2010 Distribuito da Adelebox