giovedì 23 maggio 2013

PASTA GISE OVVERO COME SALVARE CAPRA E CAVOLI

La pasta. Odio e amore di chi vuole perdere peso.  Si può mangiare, non si può, come si deve fare?
Abbiamo parlato di carboidrati e del loro effetto sulla salute fino alla nausea durante il corso sull’alimentazione, e senz’altro in modo esteso con tutti quelli che sono venuti a fere una visita in studio o anche online.
La quota di carboidrati adeguata a ciascuno è altamente individuale, dipende fattori come età,  stato di salute, circonferenza della vita, livello di attività fisica.  E in ogni caso, i carboidrati introdotti dovrebbero essere prevalentemente favorevoli, cioè verdura, legumi, frutta, cereali integrali poco elaborati.  Ormai lo sapete tutti spero.
Insomma il classico menu “mediterraneo” a base di pasta (abbondante) con il pomodoro non è proprio consigliato, quantomeno non con la frequenza che molte persone desiderano.  La pasta non è un alimento vietato ma va consumato con moderazione.  A dire il vero, è un alimento praticamente bandito da regimi alimentari come la dieta zona o la dieta proteica, e i veri amanti della pasta rischiano  di andare in astinenza, e mandare la dieta a rotoli pur di concedersi l’amato spaghetto!
Che fare, come coniugare la gola con il benessere, ed evitare anche il “calo della palpebra” che colpisce cosi tante persone nel primo pomeriggio dopo aver consumato il classico piatto di pasta?
Semplice, basta utilizzare una pasta speciale, detta “Shirataky”, fatta non di grano ma di una speciale fibra detta “glucomannano”, cioè proprio l'ingrediente spesso consigliato come integratore per perdere peso.  In questo caso,  invece di una noiosa pastiglia ci troviamo davanti una corposa porzione di pasta!  La pasta GiSè non ha un sapore specifico, la consistenza non è proprio la stessa della pasta di grano, ma è molto gradevole. Il glucomannano ha la capacit assorbe molto bene il sugo con cui viene condita, e ne assume il sapore.  Conviene dunque utilizzare sughi abbastanza saporiti, un po’ più acquosi del normale, e lasciar riposare il piatto cosi preparato per qualche minuto prima di consumarlo, per massimizzare il gusto.
In definitiva, oggi è possibile consumare un piatto di pasta senza glutine, a zero carboidrati, solo 9 Kcal per porzione, calcoliamo solo le calorie del sugo utilizzato.  Come noto il glucomannano dona un senso di piacevole pienezza, quindi non avremo fame troppo presto, e migliorerà anche la regolarità intestinale.
Se associamo a questo piatto della verdura fresca e un piatto proteico (ad esempio un sugo a base di salmone o tonno o carne…) e magari anche un po’ di frutta avremo un pasto completo, sano, equilibrato e dietetico.  Insomma si può anche avere tutto basta sapere come fare.
à di assorbire moltissima acqua, fino a 90 volte il proprio peso: anche la pasta GiSè

Dove si può acquistare la pasta GiSè?

I lettori di questo sito possono acquistare la pasta e ritirarla presso lo studio (cosi si evitano le spese di spedizione), chi invece abita altrove può acquistare online. 
Tutti i dettagli
per l'acquisto su questa pagina  


0 commenti:

Posta un commento

Template e Layout by Blografando2010 Distribuito da Adelebox